Centro Diagnostico Dott. La Polla s.r.l.

Via F. Pepicelli, 14 - 82100 - Benevento
Telefono e fax 0824.21.334

 

Dettagli articolo selezionato

Accedi ai servizi

Compila il seguente modulo con la tua username e password. Se hai dimenticato le tue credenziali di accesso, utilizza il servizio recupera password

Argomenti vari

UN ESEMPIO DI CIVILTA'

14/05/2018 - Festa Vigorito, il saluto dei tifosi è da brividi La squadra di De Zerbi, nonostante la retrocessione già certa, batte 1-0 il Genoa di Ballardini e saluta nel migliore dei modi i propri tifosi, accor ...

LE SPOGLIE DI SAN PIO A BENEVENTO

10/01/2016 - L'URNA CON IL CORPO DI SAN PIO A BENEVENTO Dopo aver concordato con la Provincia Religiosa dei Padri Cappuccini di Foggia - San Giovanni Rotondo, con grande gioia dell’intera Chiesa Beneventana ha ...

DOPO LE FESTE...

10/01/2016 - 10 consigli per dimagrire dopo le Feste Anche quest’anno, alla fine del periodo delle Feste, hai messo su qualche chilo di troppo:ecco il decalogo per disintossicarsi e tornare in forma. dimagri ...

ESAMI A PAGAMENTO PER TUTTI

23/10/2014 - Asl ha comunicato alle strutture accreditate il prossimo raggiungimento dei tetti di spesa Articolo di Paolo Bocchino Benevento – Ormai è una tradizione, e certo non piacevole. Anche nel 2014 l’As ...

ESAMI A PAGAMENTO PER TUTTI

esaurito il budget 2014

23/10/2014 - Asl ha comunicato alle strutture accreditate il prossimo raggiungimento dei tetti di spesa
Articolo di Paolo Bocchino

Benevento – Ormai è una tradizione, e certo non piacevole. Anche nel 2014 l’Asl di Benevento esaurirà il budget per la specialistica ambulatoriale prima della fine dell’anno. E dunque l’utenza si ritroverà presto davanti al non esaltante bivio che si ripropone da anni: sostenere a proprie spese gli esami diagnostici o rinunciarvi.

La «deadline» è fissata a ottobre per la gran parte dei servizi a più ampia fruizione: radiografie, ecografie, ecodoppler, tac, e per le classiche analisi (sangue, urine) di laboratorio. Qualche margine in più invece dovrebbe sussistere per altre due branche importanti ma con volumi di prestazioni minori, ovvero Medicina nucleare e Diabetologia, per i quali lo stop delle prestazioni gratuite è previsto per il mese di dicembre.

Il dato scaturisce dal monitoraggio condotto dall’Unità operativa Controllo di gestione della Asl che ha fotografato la situazione esistente al 30 giugno ed effettuato una proiezione per l’intero anno. I risultati sono stati comunicati nei giorni scorsi alle strutture convenzionate: i fondi a disposizione per la Diagnostica per immagini saranno esauriti il 16 ottobre. Tempi analoghi dovrebbero verificarsi anche per la Laboratoristica, mentre come detto la saturazione dei tetti di spesa con i centri convenzionati che erogano prestazioni di Medicina nucleare e Diabetologia dovrebbe essere rinviata all’ultimo mese dell’anno.

C’è però ancora un piccolo margine di possibilità che tale quadro si modifichi, au­spicabilmente non in peggio. La struttura commissariale regionale non ha ancora ufficializzato i volumi di prestazioni e i tetti di spesa autorizzati per il 2014 e dunque le proiezioni elaborate dalla Asl si basano sul dato dello scorso anno. Unica variazione l’abbattimento del 1 per cento dei costi sostenuti nel 2013, come disposto dalla circolare diramata nei mesi scorsi dal subcommissario regionale Mario Morlacco, in attuazione delle direttive nazionali sul contenimento della spesa pubblica. «Quelle comunicate ai centri accreditati – spiega il dirigente del servizio Controllo di gestione della Asl, Antonio Glorioso – sono date orientative indicate sulla base della situazione esistente alla conclusione del primo semestre. I termini però potrebbero ancora cambiare nel caso la Regione dovesse varare per il 2014 tetti di spesa più ampi. Solo quando verrà pubblicato il decreto potremo fissare con certezza la data di esaurimento dei budget per ognuna delle singole branche della specialistica ambulatoriale». La fiammella della speranza dunque resta ancora accesa ma si tratta di una luce davvero flebile. E’ davvero difficile infatti immaginare che la struttura commissariale regionale guidata da Caldoro decida di andare oltre i livelli di spesa degli anni scorsi. Più probabile che si vada incontro a una riproposizione dei tetti del 2013 con il già citato minitaglio del 1 per cento. Decurtazione che non pare comunque sufficiente a spiegare il prematuro raggiungimento dei tetti di spesa, addirittura in anticipo rispetto a quanto si era verificato lo scorso anno quando il rubinetto delle prestazioni gratuite si chiuse il 9 novembre. Va inoltre considerato che nel 2014 una delle strutture accreditate della provincia non ha concorso al raggiungimento dei volumi di prestazioni in quanto il regime di convenzionamento con l’Asl è stato sospeso in seguito al coinvolgimento nell’inchiesta giudiziaria sulla gestione dell’Azienda sanitaria. Bisognerà adesso attendere la pubblicazione del decreto regionale per stabilire con esattezza il termine di scadenza delle prestazioni gratuite. Ben difficilmente però il quadro di discosterà da quello prospettato nei giorni scorsi con le comunicazioni inviate dalla Asl alle strutture accreditate. E va detto che non si tratta di un problema esclusivamente beneventano. Al contrario, le Asl di altre province (Napoli e Caserta in particolare) hanno visto esaurirsi i budget per la specialistica ambulatoriale nel mese di settembre. Ciò che dovrebbe far riflettere piuttosto è il costante peggioramento della situazione nel Sannio dove non più tardi di tre anni fa i tetti di spesa fissati garantivano l’erogazione delle prestazione per l’intera stagione.

Fonte
ottopagine
Vai alla rubrica
Argomenti vari

Chi siamo | I nostri servizi | Servizi on line | Informazioni utili | La Polla risponde | Contatti
© 2008 - Centro Diagnostico Dott. La Polla - AnalisiLaPolla.it - Tutti i diritti riservati - Partita iva 00770110625
Snap Srl - Sviluppo software e siti web